ALITOSI: cause, rimedi e prevenzione

Con il termine alitosi, o volgarmente alito cattivo, si indica l’odore sgradevole che si emette durante la respirazione; è un disturbo che può colpire soggetti di qualsiasi sesso ed età, anche se il problema si presenta con maggior frequenza all’aumentare dell’età.

CAUSE

Spesso l’alitosi riflette un problema locale; denti cariati o affetti da piorrea, così come una cattiva igiene orale, sono frequentemente associati ad alitosi.

Questo sgradevole sintomo è causato dal ristagno interdentale di residui alimentari che, degradati dai batteri della placca, producono cattivi odori.

E’ possibile individuare una serie di alimenti in grado di peggiorare l’alitosi:

  • latticini (latte, formaggio, yogurt, gelato, …),
  • cipolle ed aglio,
  • alcool (per disidratazione della bocca),
  • zucchero (perchè in grado di fungere da stimolo alla
  • proliferazione batterica),
    caffè (a causa del suo pH acido).

Esistono poi tutta una serie di concause che possono aggravare il problema:

  • scarsa salivazione,
  • scarsa igiene orale,
  • carie non individuata,
  • resti di cibo,
  • infezioni locali (per esempio mughetto),
  • inspirazione attraverso la bocca (respirare cioè senza l’ausilio del naso),
  • stress,
  • fumo,
  • alcool.

CURE E RIMEDI

Lo specialista di riferimento per questo problema è il dentista, che è in grado di valutare e diagnosticare eventuali problemi.

Il paziente, prima di rivolgersi al medico, può provare a mettere in atto una serie di strategie per cercare di risolvere in modo autonomo il problema; inizialmente è opportuno intensificare e, quando possibile, migliorare l’igiene orale quotidiana. Oltre alla normale pulizia dei denti, magari con prodotti specifici, è possibile provare a:

  • pulire la lingua con appositi ed economici strumenti in vendita in farmacia;
  • utilizzare scovolini o filo interdentale per rimuovere depositi di cibo fra i denti.

In secondo luogo, potrà usare collutori e preparati per risciacqui e gargarismi ad azione antisettica e coprente (tra i più utilizzati troviamo quelli a base di menta e mentolo, prezzemolo, finocchio, rosmarino, coriandolo ed eucalipto).

PREVENZIONE

1- Lava i denti almeno 2 volte al giorno, usando un dentifricio al fluoro; assicurati di spazzolare bene lungo il bordo della gengiva e sulla superficie dei denti. Dopo aver spazzolato i denti spazzola anche la lingua, in particolare nella parte più vicino alla gola (meglio sarebbe con un pulisci-lingua).

2- Usa il filo interdentale o gli scovolini almeno 1 volta al giorno per rimuovere i residui di cibo fra i denti.

3- Mangia più frutta e verdura tutti i giorno e diminuisci il consumo di carne.

3- Elimina i cibi contenenti cipolla, aglio e altri condimenti in grado di peggiorare l’alito.

4- Evita il consumo di alcool.

5- Evita di fumare.

6- Consuma una caramella od una gomma senza zucchero alla menta o bevi di più se la bocca sembra essere piuttosto secca.

7- Se fai uso di un collutorio assicurati di sciacquare per almeno 30 secondi prima di sputare.

8-Se fai suo di protesi o dentiere disinfettale spesso, se possibile dopo ogni pasto, lasciandola a bagno in una soluzione disinfettante dopo averla spazzolata.

9- Sottoponiti alla detartrasi (pulizia dei denti) dal tuo dentista 2 volte l’anno.

Comments are closed.