COLILEN IBS Per il trattamento della sindrome dell’intestino irritabile

Colilen IBS un nuovo approccio terapeutico nella terapia della sindrome dell’intestino irritabile.

A cura del Dott. Alessandro Bonomi

 

Colilen IBS rappresenta un nuovo approccio medico al trattamento della sindrome dell’intestino irritabile (IBS) spesso definito con il termine inappropriato di colite, disturbo cronico caratterizzato da un complesso di sintomi di disagio e dolore legati ad un’alterata percezione di stimoli quali gonfiore – distensione addominale, associato o meno a dolore addominale, alterazione dell’alvo. Sindrome legata ad alterazione dell’omeostasi di sistema immunitario intestinale, funzione barriera e composizione del microbiota.
Di seguito sono riportati i criteri diagnostici della sindrome dell’intestino irritabile Roma III:

Dolore o disagio addominale ricorrente da almeno tre mesi ed associato ad almeno due dei seguenti sintomi:

  • Miglioramento del disagio in seguito ad evacuazione
  • Variazione della frequenza di evacuazione
  • Variazione di forma ed aspetto delle feci associate al disagio

Esistono vari sottotipi all’interno della sindrome dell’intestino irritabile in base al diverso comportamento dell’alvo quale stipsi, diarrea o alternanza di essi.
Nonostante non si conoscano le cause della sindrome dell’intestino irritabile sono state ipotizzati alcuni fattori coinvolti quali:

  • Fattori psicologici e stressogeni
  • Alterazioni a livello del sistema immunitario ed infezioni
  • Alterazioni del microbiota
  • Genetica
  • Inquinamento ed alimentazione

Questi fattori alterano la permeabilità della barriera intestinale con alterazione della sensibilità intestinale e alterata risposta a vari stimoli con comparsa di disagio e dolore che caratterizzano la sindrome dell’intestino permeabile dovuta all’esposizione degli strati sottostanti la mucosa intestinale con sostanze irritanti presenti a livello intestinale. Infatti in situazioni fisiologiche la mucosa intestinale presenta una permeabilità selettiva, ruolo permesso dalla presenza di tight junction tra le cellule intestinali. In seguito a vari stimoli quali stress ed alimentazione scorretta quale un’alimentazione iperproteica e legata all’assunzione di alimenti indigeribili quali la caseina e il glutine ed alterazione del microbiota intestinale associata, può verificarsi una degradazione delle giunzioni strette con alterazione della permeabilità selettiva della mucosa intestinale, passaggio nello strato sottomucoso di sostanze irritanti o molecole stimolanti il sistema immunitario con rilascio di mediatori dell’infiammazione e comparsa di ipersensibilità a normali stimoli ed alterazione della contrattilità e motilità intestinale.
Colilen IBS si propone quale prodotto all’avanguardia nella cura della sindrome dell’intestino permeabile, mediante il suo contenuto in resine, polisaccaridi e polifenoli (complesso Actimucin®) che permettano la formazione di un film protettivo, mediante un’azione meccanico-fisica, di barriera che riduca l’azione di sostanze irritanti ed antiossidante con conseguente riduzione della stimolazione nervosa e della ipersensibilità ad essa associata, con riduzione di dolore, gonfiore e miglioramento della regolarità intestinale come emerso da uno studio effettuato su 38 pazienti con diagnosi di IBS.
Questo approccio terapeutico deve essere associato nella fase acuta ad una dieta a basso contenuto di FODMAP, alimenti responsabili di processi fermentativi, il cui utilizzo deve essere reintegrato nel lungo periodo per la loro importante funzione prebiotica ed all’utilizzo di probiotici specifici per il tratto intestinale coinvolto per la loro importante funzione di interazione e produzione metabolica di varie sostanze con funzione neuromodulatrice e di comunicazione (tra il primo quello centrale e il secondo cervello quello peristaltico) nonchè di stimolazione del sistema immunitario (GALT), di inibizione della crescita di batteri patogeni.

 

Comments are closed.